Casa intorno a un albero

Il Kazakistan è una delle ex-repubblichedell’Unione Sovietica, indipendente dal 1992. La sua cultura però èfondamentalmente islamica, anche se a partire dal XIX secolo subì moltiinflussi dell’arte russa, sia del periodo zarista che di quello sovietico. Dopol’indipendenza, c’è stato un ritorno alla tradizione islamica.

Appare quindi di totale rottura, sia nei confronti diquesta tendenza, che con la classica architettura sovietica, il progettodell’architetto kazako Aibek Almassov, dello studio A. Masow Architects,con sede nella città di Almaty. Concepita già nel 2013, questa modernissima casadi vetro non fu all’epoca realizzata, perché gli investitori che avrebberodovuto finanziare il progetto si tirarono indietro.

Ora però “L’albero in casa” potrebbediventare realtà, grazie all’interesse mostrato da un produttore di pannellisolari e vetro.

L’edificio è uno spazio cilindricodiviso in quattro livelli, con un albero al centro, e una scala achiocciola bianca che li collega.

 “Loscopo principale di questo progetto è quello di offrire un’alternativa allafrenesia della vita cittadina”, ha spiegato Almassov.

 “Abbiamovoluto coniugare le capacità del design industriale moderno con la ricchezza ela bellezza della natura. E cosa ancora più importante, non fa dannoall’ambiente”, ha aggiunto.

 “Questaè un’opportunità per sfuggire alle scatole di cemento soffocanti e sentirepresente l’unione con la natura. Salire le scale di questa insolita casa puòessere paragonato alle fasi di purificazione e illuminazione spirituale, inarmonia con l’ambiente.”