Escursioni

ESCURSIONE AD ANELLO SASSO SIMONE DA SESTINO (AR)

Bellissima passeggiata da effettuarsi a piedi, a cavallo e in mountain-bike

Se siete un’associazione e volete pubblicare le vostre escursioni o programmi, contattateci.

Se siete un gruppo di amici e volete organizzare con noi un’escursione a piedi, in cavallo o in mountain bike, contattateci.

PER RISTORO E SOGGIORNO,SUL PERCORSO INCONTRERETE:

IL CASALE DI MONTONDO    

IL CASALE DEI BARBONI

AGRITURISMO SASSO SIMONE SIMONCELLO

Per la carta escursionistica scala 1:25000 – 16-Monte Carpegna e Sasso di Simone, si ringrazia l’Istituto GeograficoAdriatico di Longiano info@iga-cartografia.it – tel. 0547.613109

fonte: http://escursionismo360.blogspot.it/2013/02/sasso-simone-e-simoncello-da-sestino-e.html

PARTENZA: L’escursione, qui segnalata, parte con il CAI 61 a fianco il cimitero ( 0,5 km circa da Sestino)

ITINERARIO:  Cimitero q.519 ( Il CAI 61 sale a fianco il cimitero e si porta alla radura dietro. Da qui a sinistra in salita, segno sul palo della luce, si ritrova il largo sentiero)     –    Rudere q.609     –     Monte dei Frati ( Si oltrepassa un bel tratto marnoso che strapiomba a est verso il Torrente Seminico e poi in breve il CAI 61 inizia una ripida salita per crinale alla fine del quale si prosegue per largo sentiero)      –    Bivio q.654 ( Innesto su stradello e cartello. A sinistra in discesa CAI 5C per San Donato, noi in salita sempre per CAI 61)     –     Cappella q.734 (Cappella del Conforto)     –     Casa q.722 (Casale di Montondo ristrutturato. Il nuovo sentiero CAI 61 passa dietro)     –     Casa q.710 (Casa ristrutturata, rimane a poche decine di metri dal CAI 61)   –    Romituccio q.768 ( Vecchia chiesetta, si prosegue per sterrata in salita)     –     Ca’ Cerreto q.800(Casa abitata, ruderi e capannoni per l’allevamento del bestiame. Passiamo tra le case e saliamo con carrozzabile)     –     Incrocio q.819 ( Innesto sulla strada asfaltata. Noi invece seguiamo il CAI 61 che sale a destra accanto a una maestà per sterrata e che in breve guada un fosso d’acqua)    –    Bivio q.833 ( Bivio di sterrate, noi per CAI 61 a sinistra in salita)     –      Bivio q.870 ( Bivio di sterrate, noi per CAI 61 a sinistra in salita)    –     Deviazione q.944  ( La sterrata finisce, si prosegue tra il bosco a sinistra e la radura a destra fino al punto più alto, poi il CAI 61 svolta a sinistra per sentierino in salita nella rada boscaglia)    –     Sterrata q.985 ( Il CAI 61 s’innesta in una sterrata, andiamo a sinistra)

» Leggi altro

–    Bivio q.992 (Cartelli. A sinistra sterrata CAI 61, noi dritto ora per sterrata CAI 61/B)     –   Incrocio q.1001 (Grande maestà sull’incrocio. A destra sotto di noi c’è un largo sentiero non segnato, a destra davanti la maestà il sentiero per Casa del Re, dritto la sterrata in leggera salita che è CAI 61 B che prendiamo, dritto a sinistra c’è la sterrata che scende a Case Barboni)      –    Bivio q.1004 (Cartello indica a destra in discesa un largo sentiero per il rifugio Casa del Re, noi dritto in salita per  CAI 61/B su sentierino)      –      Monte della Scura q.1049 (C’innestiamo in una sterrata a q.1033, scendiamo a destra e dopo poche decine di metri la lasciamo, il CAI 61/B segue a sinistra una recinzione ed in breve iniziano le marne del Sasso di Simone)   –   Bivio q.1060 (Cartelli. A sinistra CAI 61 per Case Barboni, noi a destra CAI 61/B)     –      Bivio q.1085 ( Innesto sul CAI 17, andiamo a sinistra in salita)   –   Sella q.1151 (Separa il Sasso Simone dal Sasso di Simoncello,grande tabella indica la riserva naturale del Sasso di Simone. Lasciamo il CAI 17 che prosegue in discesa e prendiamo una traccia non segnata a sinistra della tabella. Si aggira un promontorio fino ad una prima salita per roccia aiutati da cavo, poi si prosegue nel bosco fino alla parete terminale del Sasso di Simoncello che si risale aiutati ancora da un cavo)    –     Sasso di Simoncello q.1220 ( Radura sulla vetta, si ritorna sui propri passi)     –     Sella q.1151 ( Tornati alla sella lasciamo di nuovo il CAI 17 che scende rispettivamente alla nostra destra, da dove siamo venuti,e alla nostra sinistra proseguendo dritto per sentierino nel bosco con qualche segno sbiadito che ci porta fino alla base della parete del Sasso di Simone che risaliamo attraverso un ripidissimo canalone terroso aiutati nella parte finale da un cavo d’acciaio)    –    Sasso di Simone q.1204 (Alla fine della ripida salita con il cavo d’acciaio oltrepassiamo un cancello e saliamo nella radura sommitale con grande croce in metallo. Ora si scende per CAI su mulattiera che inizia a poca distanza dal cancello dal quale siamo saliti)    –     Sella q.1130 (Cartelli e incrocio. A sinistra CAI 119, a destra CAI 17 che passa tra le marne sotto la parete sud del Sasso di Simone, noi dritto per sterrata che è sempre CAI 17  e costeggia una recinzione di un area militare)     –     Bivio q.1080 ( Dritto CAI 17/B per il rifugio Casa del Re, noi sempre per sterrata CAI 17 che vira a sinistra)     –    Bivio q.1035 ( Dritto la sterrata scende come CAI 123 verso Torre del Peschio, noi a destra sempre per sterrata CAI 17)    –     Bivio q.980 (Cartello. A sinistra della sterrata dietro un vecchio muretto di sasso c’è il CAI 7, noi dritto sempre per  CAI 17)     –     Bivio q.935 ( Due minuti dopo avere passato una sbarra di ferro c’è il bivio, cartello indica a sinistra un sentiero per Martigliano, noi sempre dritto per sterrata CAI 17 che scende e poi in breve fa una ripida salita verso monte Luccio)    –     Bivio q.841 (Cartello e bivio di sterrate: a sinistra CAI 71, noi dritto CAI 17)     –     Bivio q.799 (A destra a ritroso sterrata, noi dritto per CAI 17 )     –     Bivio q.763 (A sinistra a ritroso sterrata, noi sempre dritto per sterrata CAI 17)     –     Bivio q.742 ( Bivio di sterrate e cartelli. A destra si va a Presciano, noi a sinistra per CAI 17)      –     Petrino q.700 ( Scendiamo per carrozzabile tra le case abitate di Petrino)     –     Incrocio q.667 (Attraversiamo la stradina e proseguiamo per carrozzabile CAI 17)     –     Bivio q.632 ( Bivio di carrozzabili: a destra per Ca’ Poggio Alto, noi dritto verso Ca’ Poggio Rosso)      –      Deviazione q.621 ( Il CAI 17 lascia la carrozzabile e scende a destra per largo sentiero che costeggia una recinzione, poi termina poco sotto e taglia a destra per campo. Dopo poche decine di metri si trova un sentierino che scende tra gli alberi)     –     Carrozzabile q.552 ( Innesto sulla carrozzabile. Il CAI 17 scende a destra passando accanto alla chiesina de “La Madonnina”)     –      Incrocio q.509 (Siamo a Sestino, all’incrocio andiamo dritto per asfaltata “Via Capitanato Sasso di Simone” )    –     Bivio (Andiamo a  sinistra e poco prima della chiesa il CAI 17 lascia l’asfaltata e scende a destra per via acciottolata “Terme della Romana” che gli passa poco sotto e termina alla piazza di Sestino. Ora andiamo a destra uscendo in breve dal paese tenendo le indicazioni per Badia Prataglia dove l’asfaltata risale fino al cimitero)   –     Cimitero q.519.

DISLIVELLO TOTALE:  950 m

QUOTA MASSIMA: 1220 m

LUNGHEZZA: 20,5 km DIFFICOLTA’: E-EE

(100)

NOTE

– Tutta l’escursione è ben segnata dal CAI con cartelli. Il tratto che dalla Sella q.1151 porta sulla vetta del Sasso di Simoncello invece è per traccia non segnata con qualche facile tratto attrezzato ma esposto. Il tratto che dalla Sella q.1151 porta sulla vetta del Sasso di Simone è per sentierino nel bosco con sbiaditi segni e l’ultimo tratto per ripidissimo canalone con cavo corrimano ma non esposto.

– Dal 2011 la Casa q.722 è stata ristrutturata e ora è diventato Casale di Montondo (http://casalemontondo.it/)

– Evitare di percorrere l’escursione dopo la pioggia perché i sentieri sono molto fangosi.

 

1

» Leggi altro